Chi sono i saharawi?

 

cartina

“Saharawi” è il nome del popolo che dovrebbe abitare lo stato del Sahara Occidentale (stato confinante a nord con il Marocco, a est con l’Algeria, a sud con la Mauritania e a ovest con l’Oceano Atlantico)…

cartina dipinta su un muro

Un popolo che da oltre 30 anni, lotta pacificamente e cioè affidandosi ai percorsi diplomatici dell’Onu e alla solidarietà di alcuni paesi (l’Italia, ai primi posti nel supporto all’emergenza sociale, non riconosce l’autorità e quindi il diritto di autodeterminazione delle proprie terre della RASD – Repubblica Araba Saharawi Democratica – anche se ha da poco riconosciuto il Fronte Polisario – fronte di liberazione nazionale, come rappresentante del popolo saharawi) che riconoscono il suo diritto, quello all’autodeterminazione del proprio stato: il Sahara Occidentale, occupato militarmente e illegalmente dal Marocco dal 1975.

I saharawi, popolo con una forte e consolidata identità nata dall’aggregazione di varie tribù berbere, in seguito, prima alla colonizzazione spagnola e poi alla violenta invasione marocchina (conosciuta con il nome di Marcia verde) fuggirono nell’unica direzione praticbile: l’Algeria la quale concesse loro di allestire i campi profughi che ancora ad oggi li ospitano.

Il caso di questo popolo presenta emergenze su più fronti e rappresenta un caso clamoroso di violazione dei diritti fondamentali dell’uomo, per vari aspetti:

  • emergenza sociale ( i profughi vivono nei campi in condizioni precarie a causa dell’ostilità del territorio desertico ma anche a causa dell’impossibilità di crearsi una propria economia e un’amministrazione pubblica in grado di offrire servizi dignitosi, inoltre i saharawi che ancora oggi vivono nel Sahara Occidentale (territori occupati) si vedono negati tutti propri diritti con l’uso della violenza a meno che non siano disposti a dichiararsi cittadini marocchini).
  • emergenza politica ( è costituita dalla negazione di un diritto fondamentale di tutti i popoli, quello all’autodeterminazione del proprio territorio).
  • I campi profughi saharawi (ospitano all’incirca 200.000 rifugiati) i campi profughi sono interamente autogestiti e godono del supporto di numerose associazioni, enti e organizzazioni umanitare.
  • Il tasso di alfabetizzazione è arrivato al circa 90%, dall’1% registrato subito dopo la diaspora, subendo un significativo ribaltamento.
  • la loro forma di governo è una repubblica democratica.
  • è uno dei pochi paesi arabi dove non esistono forme di integralismo religioso.

Un pensiero su “Chi sono i saharawi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*